Memo
Partecipa alle Live e seguici via Newsletter · Telegram



acquista 19.90 €
Segui le novità su Telegram
23.09.2020

Ecommerce: YouTube invalida il Programma Partner YPP ai creator non piu' idonei.

Modifica unilaterale di condizioni legali: non c'e' un divieto assoluto nel diritto, a certe condizioni anzi e' possibile anche risolvere unilateralmente un contratto.


Sul web invece le prassi americane sono assai liberali, e gia' alcune autorità hanno puntato il dito su clausole ritenute non vincolanti. Vediamo quali e perche'.


L'analisi e' utilissima per capire come si puo' strutturare una comunicazione contrattuale per ottenere gli effetti di una risoluzione contrattuale senza ricorrervi espressamente quando potrebbe non essere consentita.


La scelta delle singole parole, apparentemente neutre, scopre le reali intenzioni solo dopo aver valutato il testo piu' volte, considerando soprattutto anche gli effetti piu' importanti, che non vengono mai menzionati, e che sono il vero nocciolo del problema.

Anni fa YouTube permetteva di partecipare al programma partner con maggiore facilità.

Feci domanda e furono attivate le funzionalità relative.

L'8 settembre 2020 YouTube invia una email con formule lessicali per dire che era un preliminare e sminuisce la portata dell'accordo precedente.

Analizziamo le tecniche lessicali e le motivazioni legali sottese usate per sostenere quello che, di fatto, e' un: "contratto invalidato".

In realtà tutte le parole usate mirano a raggiungere un obiettivo implicitamente rilevabile dalla struttura delle argomentazione, ma senza sollevare il vero problema: e per i contenuti gia' caricati ?

Ecco l'indice dell'analisi:


Segui le novità su Telegram oppure segui il Podcast

Approfondimenti:

Condividi su Facebook







Dal 2004 accompagniamo i clienti nelle tecnologie e nel diritto


menu