Seguici via Newsletter · Telegram


Segui le novitĂ  su Telegram
01.11.2005

Il nuovo diritto fallimentare - Dal maxiemendamento all Legge n. 80 del 2005

Ipsoa:8821721930 Collana:Riforma fallimentare Anno:2005 Pagine:229 prezzo: 44535 data: 2005-08 -
Da Ipsoa.it: Il nuovo diritto fallimentare illustra le caratteristiche salienti della riforma, con riferimento alle modifiche che sono giŕ entrate in vigore e in prospettiva, con le ulteriori riforme affidate al legislatore delegato. Dopo tanti progetti, infatti, la Riforma del diritto fallimentare ha visto la luce. Il recente Decreto Legge 14 marzo 2005, n. 35, recante disposizioni urgenti nell'ambito del piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e territoriale, ha introdotto all'art. 2 alcune modifiche che ritoccano la disciplina della revocatoria, il concordato preventivo e introducono nel nostro ordinamento gli accordi di ristrutturazione dei debiti, previsti dall'art. 128-bis, inserito nella Legge fallimentare. Con la successiva Legge di conversione 14 maggio 2005, n. 80, alle norme previste dal D.L., che hanno subito pochissimi ritocchi, si č aggiunta la delega al Governo ad emanare, entro 180 giorni dall'entrata in vigore delle legge stessa, uno o piů decreti legislativi recanti "la riforma organica delle disciplina delle procedure concorsuali". L'indice: https://ipshop.ipsoa.it/prodotti/collegati/000073411_IND.pdf SOMMARIO 1. LE NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA FALLIMENTARE 1.1. Osservazioni generali .................................................. pag. 3 1.2. Le carenze tecniche della nuova normativa ............. » 4 1.3. Le modifiche immediatamente in vigore .................. » 7 2. IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO 2.1. I presupposti del nuovo concordato preventivo: lo stato di crisi .................................................................. » 11 2.2. Il concordato preventivo e la mancata abrogazione della amministrazione controllata .............................. » 15 2.3. Le condizioni per la ammissione alla procedura di concordato preventivo e il requisito della meritevolezza .............................................................................. » 17 2.4. La proposta di concordato .......................................... » 19 2.4.1. La proposta di concordato in generale ......... » 19 2.4.2. La proposta di concordato e l'assuntore ....... » 21 2.4.3. La proposta di concordato e le classi dei creditori ................................................................. » 22 2.4.4. La proposta di concordato e la documentazione che deve essere allegata ...................... » 28 2.4.5. La relazione del professionista ex art. 161 ult. Parte .................................................................. » 29 2.4.6. La revoca o la modificazione della proposta di concordato ................................................... » 34 2.5. Gli effetti della proposta di concordato e il nuovo ruolo del tribunale ....................................................... » 35 2.5.1. Gli effetti della ammissione alla procedura di concordato ....................................................... » 40 2.6. Il problematico ruolo del commissario ..................... » 41 2.6.1. La attivita` di vigilanza del commissario ........ » 44 2.7. La deliberazione del concordato preventivo ............ » 45 2.8. Il giudizio di omologazione ....................................... » 50 2.9. Il regime sanzionatorio penale ................................... » 55 2.10. La disciplina da applicarsi in regime transitorio ....... » 57 3. GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI 3.1. Gli accordi di ristrutturazione dei debiti in generale » 63 Sommario VII

Segui le novitĂ  su Telegram oppure segui il Podcast

Approfondimenti:

Condividi su Facebook







Dal 2004 accompagniamo i clienti nelle tecnologie e nel diritto


menu
Memo