Promemoria
La gestione delle comunità online

dott. Valentino Spataro

adv iusondemand

Radio: il concetto giuridico di ambito locale alla luce dell'evoluzione tecnologica

Segui le novità su Telegram
07.11.2007

240 pagine, euro 12,00 (IVA compresa) + spese spedizione, dal mese di ottobre 2007.
Per prenotazioni: info@planetmedia.it
tel. 0331/593377-452183 fax 0331/593008

Il sistema radiofonico italiano è in forte evoluzione. Archiviata la stagione delle “radio libere” e preso atto della moltiplicazione degli standard diffusivi, la radio sta ridisegnando il proprio ruolo e la propria dimensione.

Ne "Il concetto giuridico di ambito locale alla luce dell'evoluzione tecnologica", edito da Planet (società editrice di questo periodico) e in distribuzione dall'ottobre prossimo, Massimo Lualdi, consulente giuridico in ambito radiotelevisivo e giornalista, dedica attenzione al superamento del concetto giuridico di ambito locale, cardine della legge “Mammì”, il quale, rimaneggiato a livello normativo a più riprese, è oggi paralizzato dall’evoluzione tecnologica, che, sgretolando i confini geografici delle telecomunicazioni con strumenti diffusivi continentali (sat) o addirittura mondiali (web), ne sta favorendo l’imminente definitiva caducazione. Lo stesso legislatore, nel novellare il principio fissato dalla l. 223/90, è, infatti, parso impacciato nel codificare un concetto con fatica imbrigliabile dal punto di vista tecnico.

Come ormai evidente a tutti, Internet e le trasmissioni satellitari hanno, invero, virtualizzato (anche) i confini della diffusione radiotelevisiva: ciascuno di noi, con una facilità impensabile sino a pochi anni fa, può in qualsiasi momento, e a un costo irrisorio, ricevere segnali digitali da tutto il mondo.


Ha quindi senso perseverare nei tentativi di codificazione di una nozione che si è già slegata, a livello fattuale, in maniera definitiva, da ogni briglia?



Massimo Lualdi (Legnano, 1964), due lauree (in Giurisprudenza e in Sociologia della comunicazioni di massa), consulente giuridico di oltre duecentocinquanta imprese editoriali, analista per investment house e gruppi multimediali italiani ed esteri, è partner fondatore di Consultmedia, prima struttura italiana di competenze a più livelli in ambito radiotelevisivo.
Già componente della Sezione Normativa della Commissione per l’assetto del sistema radiotelevisivo, istituita presso il Ministero delle Comunicazioni, giornalista, è direttore di Newslinet.it, primo periodico telematico italiano di informazione giuridica, economica, politica e tecnica in ambito radiotelevisivo.


Segui le novità su Telegram oppure segui il Podcast

Approfondimenti:

Condividi su Facebook





menu