Memo

La nuova ermeneutica del diritto su Civile.it

Segui le novità su Telegram
28.09.2010

Wikipedia: "L'ermeneutica è in filosofia la metodologia dell'interpretazione. La parola deriva dal greco antico ἑρμηνευτική (τέχνη), in alfabeto latino hermeneutikè (téchne), traducibile come (l'arte della) interpretazione, traduzione, chiarimento e spiegazione"

Avrete notato, sempre piu' con evidenza, che Civile.it sta cambiando pur mantenendo la discutibile grafica scelta tempo fa.

Circa un anno fa mi sono reso conto che l'informazione giuridica spontanea stava cambiando. Molti professionisti hanno scoperto gli aggregatori, e stanno inondando il web di siti con i contenuti presi da altri feed rss.

Chi aveva feed rss completi vedeva i propri testi copiati bellamente, non di rado cambiando autore e omettendo la fonte.

Google, nel cercare di dare valore ai siti, trovava mille informazioni ma non distingueva l spam.

Il risultato e' stato quello di avere mille siti che dicono la stessa cosa, lettera per lettera, senza mai approfondirla.

 

CIVILE.IT

Di fronte a tanta informazione generica, ma tempestiva, mi sono chiesto ? E' opportuno correre ancora dietro alle novita', oppure lasciarlo fare agli utenti che sono gia' navigatori incalliti ?

La domanda, ad essere sinceri, fu posta due anni fa, nel 2008, e da quella domanda e' nato Gloxa un anno dopo, che elabora i tweet dei lettori e li segnala su Civile.it

La mia scelta e' stata quindi di creare uno strumento che non esisteva, metterlo a disposizione di chiunque (non solo di civile.it), e questo strumento sono i gruppi di Gloxa.

Chi partecipa al gruppo diritto o avvocati 2.0 sa che i propri post vengono embeddati anche su Civile.it

Per via del decreto Romani non sappiamo quando e se sara' possibile mettere video senza correre il rischio di interpretazioni estensive.

Per questo abbiamo messo nel frattempo il box di Gloxa in home page.

E' stato un successo.

Improvvisamente i lettori hanno capito ancora di piu' che Civile.it e' il posto dove i lettori possono segnalare informazioni utili.

Ecco che le segnalazioni di Civile.it sono diminuite, ma gli approfondimenti aumentati.

Si parla piu' spesso di successioni, condominio, nuove tencnologie in modo non banale, ma per il flusso degli aggiornamenti abbiamo scelto di condividere le risorse del 2.0 con Gloxa.

RISULTATI ?

Era una scommessa difficile. Si temeva di veder scomparire civile.it.

Invece ho visto con piacere che i lettori seguono con passione gli aggiornamenti dei colleghi, e consultano attivamente la giurisprudenza recente continuamente monitorata dai nostri strumenti.

Inoltre la sezione Live monitora tutto quello che viene dalle istituzioni italiane, offrendo un box aggiornato continuamente con tutto quello che viene annunciato dalle fonti piu' autorevoli.

Insomma: un civile.it che non e' piu' un blog, ma:

  • un contenitore di contenuti a pagamento (le banche dati e le video lezioni),
  • uno spazio per approfondimenti (pochi ma buoni), e
  • un flusso ininterrotto di novita' dal web giuridico.

Non e' stato un caso, e' stato pianificato in anni di lavoro per dare quello che serve.

Da una decina di anni i programmatori si affannano dietro al web semantico, all'intelligenza artificiale, ai contenuti filtrati da software. Curioso che oggi mi contattino in molti per parlarmi di intelligenza artificiale, senza conoscere quello che si fa all'estero da anni.

Gloxa e' l'intelligenza sociale: chi partecipa ai gruppi puo' creare lui le  regole del gioco, senza delegare il lavoro di filtraggio ad un computer se non per le operazioni manuali.

 

QUINDI ?

Chi viene su Civile.it sa che puo' trovare mille fonti.

Si discuteva ancora pochi mesi fa sulle fonti da scegliere.

Dal 1999 con Civile.it ho dato spazio a nuovi criteri per individuare nuove fonti. Oggi esse sono:

  • Gloxa.eu per permettere a chiunque di creare le proprie fonti
  • Live per elencare le novita' dalle fonti autorevoli.
  • Forum per far discutere di ogni tema chiunque
  • Banche dati per trovare catalogati contenuti autorevoli

Insomma: e' una rivoluzione strutturale portata avanti con semplicita' e gradualmente, ma c'e' ed informa.

Una ricchezza di contenuti dovuta quindi ad una ricchezza delle fonti, non lasciate a se' stesse, ma curate semplicemente con nuovi criteri.

A tutti, buon lavoro

dott. V. Spataro

 


Segui le novità su Telegram oppure segui il Podcast

Approfondimenti:

Condividi su Facebook







menu